Teatro Sacro

Sacro è ciò che appartiene o si riferisce alla divinità, che riguarda il culto della divinità, che è consacrato a Dio o agli dei, o in particolare, ciò che è di argomento religioso e ciò che che ispira profondo rispetto, che è degno di venerazione. In senso figurato, può indicare ardore, entusiasmo, zelo ardente per qualche cosa ( animato dal sacro fuoco dell'arte).Tutte queste definizioni occupano un posto centrale nella rappresentazione teatrale nel lavoro di Corrado Sorbara sempre profondamente concentrato sulla dimensione umana, quindi antropologica e culturale. La trascendenza si ritrova nelle azioni dell'uomo, nella storia, nelle realtà umane, ed è grazie all'intima dimensione dello spazio teatrale o della rappresentazione popolare che possiamo prendere coscienza della sua sostanzialità. Lo spazio raccolto in cui la dimensione corporea è conservata ci consente di condividere, riflettere efficacemente sui nostri bisogni interiori, sulla nostra identità e spiritualità, oltre che sui modelli sociali passati e quelli presenti.

La scelta da parte del regista di soggetti cruciali per la nostra storia e la nostra crescita culturale si concretizza in diverse forme, che vanno dal patrimonio tradizionale di teatro popolare alle drammaturgie più complesse legate a tematiche di un'attualità ancora tabù . Il tono e i linguaggi delle sue opere danno spazio ad una rielaborazione innovativa che propone, come nel caso della processione del Cristo donna, un punto di vista nuovo e vivace.

Gli spettacoli



xx